Home / Notizie e Offerte / Tutte le Notizie / Nuovo casino 2018: il casinò de la Vallée partecipa al bando per la licenza aams
nuovo casino 2018: il casinò la vallee partecipa al bando per le licenze
Nessun commento

Nuovo casino 2018: il casinò de la Vallée partecipa al bando per la licenza aams

Iniziano a trapelare le prime informazioni su quali saranno i nuovi casinò del 2018 e abbiamo appena appreso che la società Casinò de la Vallée Spa, che da anni gestisce il casinò valdostano, è tra gli operatori che hanno partecipato al bando per il rilascio delle licenze ai nuovi casino online italiani 2018. Saint Vincent potrebbe quindi essere il primo nuovo casino 2018 ad essere lanciato sul mercato nei prossimi mesi, pronto a contendersi una quota di mercato con altri operatori storici come Gioco Digitale, Snai, Sisal e Skybet.

Il Casinò di Saint Vincent è una delle sole quattro case da gioco tradizionali che possono operare legalmente sul territorio italiano e vanta una lunghissima storia nel settore dell’intrattenimento e del gioco d’azzardo.  Attualmente il casinò gestisce una sala da giochi da 3500 metri quadrati, aperta 24 ore su 24, tutti i giorni dell’anno nella quale si possono trovare più di 400 apparecchi di gioco e tavoli di poker, blackjack, chemin de fer, craps e diverse varianti di roulette. Il casinò è inoltre collegato ad un elegante resort, cinque ristoranti, tre sale congressi ed un rilassante centro benessere.

Il casinò de la Vallée è già in possesso di una licenza che gli consente di promuovere giochi a distanza ed infatti sul suo sito è possibile trovare una piattaforma di gioco firmata MerkurWin nella quale è già possibile piazzare scommesse sportive e ippiche, giocare a poker, divertirsi al casinò o con gli skill games oppure acquistare alcune cartelle bingo. Tuttavia, con la partecipazione al bando per i casino online autorizzati  2018, la società ha voluto cogliere l’opportunità di diventare un operatore autonomo e di far nascere un nuovo casino 2018, al fine di gestire direttamente il settore del gioco a distanza. Questa scelta   consentirà alla società di rafforzare la sua presenza sul mercato, catturando un pubblico sempre più ampio e creando una maggiore integrazione tra offline e online.

La direzione intrapresa dal casinò de la Vallée si basa sull’intenzione di cavalcare il successo del settore online gestendo direttamente uno dei nuovi casino 2018 con la caratteristica unica di poter creare una originale integrazione tra i servizi offerti nella sala da giochi di Saint Vincent con quelli presenti nel proprio sito internet.

I casinò terrestri in Italia non vivono anni facili, la lunga crisi economica e l’avvento del gioco online hanno spostato gli interessi dei giocatori, che sempre più spesso scelgono il gioco semplice ed immediato offerto dai siti online e dai casino mobile, dove è anche possibile ricevere bonus di benvenuto e bonus senza deposito che sono praticamente assenti nelle case da gioco tradizionali. Sviluppare e gestire una sala da gioco virtuale, magari includendo anche un casino mobile, diventa quindi un passo praticamente obbligatorio per le sale da gioco italiane che vogliono stare al passo con i tempi ed offrire le migliori opportunità di intrattenimento e di scommessa ai propri clienti.nuovo casino 2018: il casinò la vallee partecipa al bando per le licenze

Il rilascio di 120 nuove licenze è una grande opportunità non solo per il casino valdostano ma anche per tantissimi altri operatori che hanno così la possibilità di entrare nel mercato italiano, uno dei più dinamici e redditizi del momento.

Al momento non sono trapelate molte altre indiscrezioni rispetto a quali operatori hanno presentato la documentazione richiesta dal bando AAMS, ma pare che tra gli operatori stranieri, Betn1 si tra i partecipanti. Per chi non conoscesse questo nome, possiamo dire che Betn1 è un marchio di proprietà di Sogno di Tolosa, una società maltese attiva online con una piattaforma di gioco che offre scommesse sportive, casinò e poker. Al momento la società opera sotto la licenza dell’Autorità di Gioco di Malta ma pare abbia tutta l’intenzione di conquistare il mercato nostrano, partendo appunto dall’ottenimento della necessaria concessione.

Fino a poche settimane prima della scadenza del bando era addirittura circolata la notizia che sono poche decine di operatori avevano partecipato al bando e si respirava quindi un’atmosfera di preoccupazione all’idea che l’ondata di nuovi casino 2018 non fosse quella sperata. Alla fine pare che siano stati circa 80 gli operatori che hanno partecipato al bando, il che si traduce in un’entrata di 16.000.000 di euro nelle casse dell’erario.

Il fatto che non si sia raggiunga quota 120 domande sembra dovuta al fatto che il bando non era del tutto chiaro in alcuni dei suoi aspetti e che un certo numero di operatori ha incontrato difficoltà a presentare la documentazione richiesta entro la scadenza prevista.

Dal punto di vista dei giocatori, tuttavia, rimane il senso di eccitazione e l’emozione per le novità casinò online che arriveranno nella rete una volta che i casinò 2018 saranno autorizzati ad operare.  I settori in cui si intensificherà la concorrenza tra nuovi operatori e società già presenti da anni sul mercato saranno sicuramente la gamma dei giochi e le promozioni. In merito al catalogo ci attendiamo di poter assistere all’arrivo di nuovi software developer che porteranno con sé novità sia in termini di qualità grafiche che di funzionalità dei giochi. Le promozioni diventeranno sempre più ricche e generose poiché i nuovi casinò dovranno trovare modi per attirare nuovi giocatori o strapparli ai casinò concorrenti.

0 Commenti

    lascia un commento