E’ possibile annullare l’autoesclusione?

Il tema del gioco responsabile è sempre più importante non solo per il gioco online ma per il mondo dell’azzardo in generale.  Poiché numerosi giocatori ci hanno contattato per avere informazioni sull’argomento, abbiamo pensato di creare una breve guida che risponda a tutti i dubbi, in particolare alle domande sulla revoca autoesclusione AAMS.

I nuovi casino AAMS e quelli già presenti sul mercato sono chiamati ad avere delle policy e degli strumenti che permettano ad un giocatore di mantenere il massimo controllo sul proprio livello di gioco e di spesa. Le funzionalità che un utente online ha a disposizione sono diverse e rispondono ad esigenze differenti. Le tratteremo tutte, partendo dall’autoesclusione.

Autoesclusione: cos’è e come funziona

Se un giocatore sente la necessità di prendersi una pausa dal gioco, ogni casinò online autorizzato gli mette a disposizione un’opzione chiamata autoesclusione. Il nome già indica di cosa si tratta, è una scelta libera del giocatore, che in qualsiasi momento della sua esperienza nel casinò può decidere di sospendersi dal gioco.  Non è possibile annullare autoesclusione ed il funzionamento di questo strumento spiega il perché.

Esistono sostanzialmente tre tipi di autoesclusione:

  1. Autoesclusione temporanea: questa funzionalità offre al giocatore la possibilità di scegliere per quanto tempo mantenersi lontano dal gioco. In alcuni casinò le opzioni sono di uno, due o tre mesi; altri operatori, come ad esempio StarVegas offrono intervalli di tempo differenti quali per 24 ore, 3 giorni, 1 settimana, 1 mese o addirittura per un numero di giorni indicati direttamente dal giocatore. L’idea di questo strumento è quello di far raffreddare il giocatore che magari si trova troppo coinvolto nelle giocate e che ha bisogno di recuperare il controllo rispetto alla gestione delle sue sessioni e della spesa. Poiché lo scopo dell’autoesclusione è quella di proteggere il giocatore in un momento in cui probabilmente la sua forza di volontà è un po’ debole, non viene data l’opportunità di procedere all’annullamento revoca autoesclusione aamsautoesclusione stessa, proprio perché questa scelta potrebbe essere dettata dalla stessa mancanza di controllo che ha determinato la decisione di prendersi una pausa dai giochi casino. Entrando nel vostro conto gioco, dove avete le opzioni relative all’autoesclusione potrete constatare direttamente che non vi è nessun tasto “revoca autoesclusione” da premere. Alcuni scommettitori sono convinti che il problema possa essere aggirato contattando direttamente il customer service del casinò e chiedendo l’annullamento dell’autoesclusione, ma rimarranno delusi. Anche il servizio assistenza non può intervenire. L’autoesclusione scade solo alla data stabilita, non ci sono altre possibilità. In alcuni casinò online italiani l’autoesclusione temporanea viene chiamata auto-sospensione ma la sostanza non cambia.
  2. Autoesclusione permanente: se il giocatore, avendo fatto un’analisi del suo atteggiamento verso il gioco, ha capito di non aver un approccio sano e responsabile, può anche decidere di autoescludersi in modo permanente, cioè per sempre. L’autoesclusione permanente non ha una scadenza, tuttavia su richiesta del giocatore è possibile annullare l’autoesclusione, a patto che siano trascorsi almeno 6 mesi da quando è stata attivata.
  3. Autoesclusione trasversale: i casi a) e b) che abbiamo trattato sopra si riferiscono all’autoesclusione dai giochi dello specifico casinò in cui siete iscritti. L’Agenzia Dogane e Monopoli ha però pensato che la protezione dei giocatori doveva essere più estesa ed efficace, per questo motivo ha creato la possibilità di escludersi dai giochi offerti da tutti i migliori casino italiani. Questa misura più “drastica” evita che un giocatore a rischio di dipendenza possa bloccare il proprio conto in un casinò, ma poi andare a giocare in un altro.

Quando decidete di autoescludervi non vi sarà più possibile fare alcun deposito o piazzare scommesse, potrete invece prelevare i fondi che sono presenti nel vostro conto, ammesso che abbiate rispettato tutte le regole del casinò in materia di incassi. Se avete optato per l’autoesclusione trasversale il blocco riguarderà tutti i casinò in cui siete registrati e anche tutti quelli in cui non avete mai aperto un conto gioco.

Annullare autoesclusione: si può fare?

La risposta alla domanda del titolo è “ni”, perché dipende dal tipo di autoesclusione di cui stiamo parlando.

Come abbiamo accennato nella sezione precedente, non è possibile revocare autoesclusione temporanea, prima che sia arrivata alla sua scadenza naturale. Una volta scaduta l’esclusione temporanea il conto dovrebbe riattivarsi automaticamente, ma se ciò non dovesse accadere potete contattare direttamente il servizio clienti del vostro casinò e chiedere che il conto venga riattivato. Alla riattivazione potrete ricominciare a depositare, giocare e anche ricevere bonus casino, esattamente come prima.

L’annullamento dell’autoesclusione permanente (trasversale) è invece possibile a determinate condizioni. Un giocatore può chiedere di essere riammesso al gioco solo dopo che sono trascorsi almeno 6 mesi dalla data di attivazione dell’autoesclusione. L’operazione può essere fatta contattando il servizio assistenza dell’operatore e richiede comunque 7 giorni dal momento in cui la richiesta viene ricevuto dal customer service.

Gli altri strumenti del gioco responsabile

Le diverse forme di autoesclusione sono tra i più importanti strumenti a disposizione dei giocatori che si sentono maggiormente esposti al rischio del gioco compulsivo. Sono opzioni rigide che hanno lo scopo di mantenere l’utente lontano dalle scommesse ed è per questo che non è possibile procedere facilmente alla revoca autoesclusione.

Ma per quegli scommettitori che sanno già ben gestire il proprio approccio al gioco, ci sono comunque opzioni interessanti che andrebbero sempre utilizzate. Ci riferiamo ad esempio ai limiti di deposito, uno strumento utilissimo per avere la certezza di non andare mai oltre il budget di gioco stabilito, indipendentemente dal metodo di deposito che di solito utilizzate. Altri limiti che potete utilizzare per mantenere il controllo completo delle vostre sessioni di gioco sono i limiti di scommessa e di perdita. Potete scegliere quale limite attivare oppure utilizzarli tutti, la scelta è completamente vostra. Ricordate però che questi strumenti funzionano sempre con l’idea di proteggervi al massimo, quindi una volta che li avete fissati, sarà facile ridurli, ma se li volete innalzare potreste dover attendere un certo lasso di tempo perché il nuovo limite diventi operativo.

Se volete analizzare meglio la vostra attitudine verso il gioco, potete anche completare uno dei tanti questionari di autovalutazione che trovate nei casinò italiani. Questi test non hanno un vero e proprio valore diagnostico, ma certamente possono aiutarvi a riflettere sulle vostre emozioni e sulle scelte che fate quando si tratta di gioco d’azzardo. Magari scoprirete qualcosa su voi stessi che potrà aiutarvi a giocare in modo ancora più responsabile, senza dover arrivare all’auto-sospensione dal gioco e alle domande relative alla revoca autoesclusione.

L'autore di questo pezzo:

Matteo Panicucci

Specialista slot e giochi – Matteo è un appassionato di giochi di casinò. Nella redazione si occupa di testare tutte le nuove uscite e presentarle con articoli dettagliati e il più possibile obiettivi. Inoltre, tiene aggiornati i nostri lettori sul mondo del gioco a distanza in generale: leggi, fusioni di società, sicurezza, metodi di pagamento, etc...