Lotteria degli scontrini: un nuovo modo per vincere

Inserita nella legge di Bilancio 2017, rinviata più volte, ora finalmente la Lotteria degli scontrini sembra davvero vicina a diventare realtà, a partire da gennaio 2020.

Le motivazioni alla base dell’iniziativa, che è già stata sperimentata in paesi come Portogallo, Slovacchia e Malta, è quella di incentivare il più ampio uso possibile della moneta elettronica e di poter quindi dare battaglia all’evasione fiscale. In pratica, a partire da gennaio prossimo, chi pagherà i propri acquisti con carta di credito o debito, invece che con contante, permetterà ai cittadini di entrare nella lotteria degli scontrini e di avere quindi una chance di vittoria. Già durante il mese di dicembre di quest’anno il governo ha pianificato di far partire una campagna pubblicitaria che informi i cittadini sulle modalità di funzionamento dell’iniziativa e su come verranno estratti i premi.

I dettagli di questo “concorso” vengono specificati nell’articolo 18 del decreto attuativo, che spiega come le persone fisiche, residenti in Italia, che effettuano acquisti di beni o servizi presso esercizi che trasmettono telematicamente i corrispettivi, potranno partecipare ad un’estrazione a sorte di premi.

Per poter collegare un acquisto fatto in contanti al nome dell’acquirente, il cittadino dovrà richiedere all’esercente di inserire il proprio codice fiscale sullo scontrino o ricevuta. Un po’ come accade quando si apre un conto gioco in un nuovo casino online, l’utente verrà identificato in modo univoco grazie al proprio CF e quindi incluso nella lotteria. Se invece il pagamento verrà eseguito con bancomat o carta di credito, l’associazione tra acquirente e biglietti sarà totalmente automatica.

Il numero di biglietti che saranno assegnati ad ogni acquisito dipenderà dal valore dello stesso, ogni 10 centesimi di spesa, verrà assegnato un biglietto virtuale, ma se l’acquisto verrà fatto con un bancomat il numero di biglietti assegnati sarà superiore proprio per spingere i cittadini a far maggior uso di questo strumento di pagamento.

La lotteria degli scontrini avrà luogo ogni mese ed i biglietti estratti verranno resi pubblici tramite la pubblicazione su un sito creato allo scopo. I premi in palio faranno concorrenza ai jackpot delle migliori slot online nei casino legali, con un terzo premio del valore di 10.000 euro, il secondo 30.000 euro ed il primo premi da 50.000 euro. Vi sarà poi un’estrazione speciale a fine anno, con un montepremi da un milione di euro.  

Per rendere funzionante ed effettiva la lotteria degli scontrini è tuttavia necessario che negozi ed esercizi si attrezzino per poter inviare il cosiddetto scontrino elettronico, aggiornando i propri registratori di cassa. Questa operazione richiede però un investimento da parte degli imprenditori che si aggira intorno agli 800-1000 euro e siamo certi che non tutti gli esercenti saranno in grado di sostenere una spesa del genere.

Al momento alcuni dettagli di questa iniziativa rimangono ancora da chiarire: non vi sono informazioni in merito alla tassazione delle vincite e nemmeno su come verranno incassati i premi dai fortunati possessori del biglietto estratto. 

Poiché si tratta di una possibile vincita in denaro, ci sembra scontato che la lotteria sarà riservata a cittadini adulti, come è il gioco d’azzardo nei casino online stranieri, e ci sarà quindi da attendersi che gli esercenti effettuino un controllo sull’età dei loro clienti, prima di ammetterli alla lotteria.

Nei paesi in cui è stata sperimentata, la lotteria ha avuto risultati contrastanti. In Portogallo si era partiti con premi che assegnavano auto di lusso, ora sostituiti da buoni del tesoro ed i cittadini sembrano apprezzare l’iniziativa. Il valore degli scontrini emessi è passato dai 2 miliardi del 2014 a 5 miliardi del 2016, facendo quindi emergere una buona quota di evasione fiscale.

A tutti gli effetti i premi della lotteria degli scontrino possono essere considerati come codice bonus casino che un cittadino riceve senza aver compiuto nessuna azione particolare, che esca dalle abitudini quotidiane di acquisto. Certo le probabilità di vincita sembrano piuttosto ridotte e pari a quelle del Superenalotto o di una qualsiasi altra estrazione nazionale. Non è immaginabile quindi che l’iniziativa rappresenti una vera concorrenza per i casinò online che offrono un tipo di intrattenimento completamente differente.

C’è però chi si interroga sull’eticità dell’iniziativa, non tanto per la lotta all’evasione fiscale, quanto piuttosto per il fatto che la lotteria sembra in qualche modo incentivare la spesa nella speranza di una vincita. Non è da dimenticare infatti che il numero di biglietti che un cittadino riceve è legato al valore dell’acquisto effettuato e dal tipo di strumento di pagamento utilizzato. E’ chiaro che più si spende maggiori sono le possibilità di ricevere un ticket vincente. Qualcuno potrebbe dire che questo meccanismo non è tanto diverso da quello delle slot machine o dei gratta e vinci e che quindi ci si dovrebbe porre qualche quesito in merito a dove si colloca il gioco responsabile rispetto alla lotteria degli scontrini.

L'autore di questo pezzo:

Matteo Panicucci

Specialista slot e giochi – Matteo è un appassionato di giochi di casinò. Nella redazione si occupa di testare tutte le nuove uscite e presentarle con articoli dettagliati e il più possibile obiettivi. Inoltre, tiene aggiornati i nostri lettori sul mondo del gioco a distanza in generale: leggi, fusioni di società, sicurezza, metodi di pagamento, etc...

Accedi ad offerte segrete nei migliori casinò mondiali

Accedi ad offerte segrete nei migliori casinò mondiali

Leggi a nostra politica su cookie e privacy